dating app - app- incontri-con -messaggio-audio

Quante dating app esistono in Italia? Così tante che si fa fatica a ricordare tutti i nomi a meno che qualcuna non abbia un valore aggiunto che la differenzi dalle altre.

E’ il caso di SpeakMe, un’applicazione nata da appena un mese, innovativa, facile, divertente, che utilizza voci ed immagini per conoscersi davvero. Dimenticate la solita chat: in SpeakMe le parole lasciano spazio alla voce, ai messaggi audio, abbattendo ancora di più la distanza virtuale tra gli utenti. Il potenziale partner ha, per la prima volta in Italia, l’opportunità di collegare volto e voce del possibile contatto.

Utilizzarla è molto semplice:

disponibile sia per i dispositivi IOS che ANDROID, in lingua italiana ed in lingua inglese, una volta scaricata la app, l’utente può registrarsi o tramite il proprio account Facebook, oppure inserendo dati personali minimi e due messaggi vocali nei quali descrive sé stesso. Esattamente ogni tre ore la app fornisce venti nuove possibili corrispondenze.

Cosa emerge di nuovo da questa dating app?

L’autenticità, l’umanità: il primo approccio in chat è freddo, asettico, un audio messaggio rende invece tutto più realistico e meno imbarazzante. Semplicemente con l’uso della voce, SpeakMe avvicina persone che cercano una relazione duratura o una frequentazione senza impegno oppure un’amicizia.

Funzione distintiva è il “messaggio casuale”, classificato come una sorta di gioco: un audio personale che il sistema invierà in autonomia a dieci utenti sparsi nel Paese, un amo nel mare del social dating.

SpeakMe è gratuita nella versione base,

a pagamento in quella premium nella quale è prevista la geo localizzazione anche fino a pochi chilometri di distanza e la visione dei social del possibile contatto.

« Abbiamo lanciato lo scorso dicembre questa innovativa dating app sul mercato » dichiara Andrea Nigi, CEO della SpeakMe Srl «con l’obiettivo di espansione nel tempo in ambito europeo ed extra europeo tramite server dedicati in ogni singolo Paese. L’idea dell’app è nata nell’ottobre del 2017 grazie all’incontro avvenuto per casualità con il nostro socio fondatore Roberto Lombardo, che aveva intenzione di creare un’applicazione dove il coinvolgimento personale fosse elevato, grazie  alla voce. Proprio dal concetto di voce prendiamo il nome SpeakMe e il nostro slogan ” Parliamoci, Ascoltiamoci, Incontriamoci”. I feedback ricevuti finora sono molto positivi soprattutto per la caratteristica vocale che incuriosisce le persone a provarla e capire il timbro di voce degli altri utenti».

Di seguito i video di presentazione pubblicitaria di SpeakMe.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *